giovedì 7 maggio 2009

Il Barcellona vede Roma

Iniesta manda in finale il Barcellona

Il Barcellona dopo la partita più difficile della sua Champions conquista la qualificazione ad una finale meritata per il cammino fin qui realizzato, ma demeritata per quanto visto nel doppio confronto contro il Chelsea.
Dopo lo spudorato catenaccia dell'andata il Chelsea ha giocato una grande partita allo Stamford Bridge e c'è voluto il miglior Ovrebo per negare ad Hiddink l'ennesima impresa di una straordinaria carriera.
Evidentemente una seconda finale tutta inglese non era ben vista dai piani alti della Uefa che hanno deciso di tagliare fuori un Chelsea coriaceo, grintoso, compatto e meritevole di una rivincita attesa 12 mesi contro il Manchester United.
Lo spaventoso gol di Essien in apertura aveva permesso ai Blues di impostare la partita nel migliore dei modi con ripartenze veloci e una difesa impenetrabile. Il filtro predisposto dall'olandese a centrocampo aveva bloccato le fonti di gioco spagnole e per tutto il primo tempo il Barcellona ha latitato alla ricerca di una invenzione del singolo senza la minima coralità che ne aveva contraddistinto sin qui la stagione.
Nonostante la qualificazione continuo a non capire le mosse di Guardiola che nella partita più importante ha schierato Tourè centrale di difesa esponendolo a figuracce continue contro Drogba e Anelka, ha schierato Eto'o a sinistra e Messi in mezzo precludendogli ogni possibilità di fare la differenza in velocità.
Mi è sembrato di rivedere lo stesso errore di Hiddink che in semifinale contro la Spagna all'Europeo, schierò Arshavin in mezzo, nelle grinfie di Senna e dei centrali delle Furie Rosse.
Per tutto il secondo tempo il Chelsea ha continuato a dominare pur non avendo supremazia nel possesso, ma i numerosi errori sotto porta non hanno permesso di chiudere la partita. Sembrava che l'ingiusta espulsione di Abidal potesse chiudere definitivamente il discorso qualificazione, ma cosi non è stato anche se il Barcellona non ha fatto niente per pareggiare.
Dopo una gara poderosa Drogba è stato costretto ad abbandonare per infortunio ed è stato sostituito da Belletti che si è fatto valere anche in fase offensiva con delle belle discese che hanno continuato a mettere in evidenza l'inadeguatezza di Yaya Tourè come centrale di difesa.
Un simpatico siparietto tra Guardiola e Hiddink abbracciati sembrava stemperare un pò la tensione, ma tra rigori negati e una gestione sbagliata dei cartellini Ovrebo ha fatto si che la partita si incattivisse e il gol di Iniesta a tempo ormai scaduto è stata la molla che ha scatenato la rabbia nei giocatori del Chelsea.
Correva il 93' quando Dani Alves dalla destra metteva in mezzo il primo pallone decente della sua pessima partita, lo stop di Eto'o è stato imbarazzante cosi come il rinvio di Essien che depositava la palla sui piedi di un Messi sin li poco brillante che avendo lo specchio chiuso scaricava al limite per Iniesta che con un superbo destro all'incrocio regalava la finale ai suoi dopo una partita segnata da un eloquente 0 alla voce tiri in porta sin li per i blaugrana.
Dopo il gol di Iniesta, Ballack ha reclamato un altro rigore per mani di Eto'o in area ma l'impavido Ovrebo ha fatto continuare scatenando l'ira funesta di Drogba nel dopo partita che ha gridato tutta la sua delusione alle telecamere della regia internazionale.
E' vergognoso come uno spettacolo di calcio possa essere rovinato da un fischietto inadeguato che già in passato aveva commesso errori grossolani in partite importanti.
Cosi come nel 2006, quando venne negato un gol regolarissimo di Shevchenko al Camp Nou, anche stavolta è netta la sensazione che il Barcellona sia stato pilotato in finale. Allora fu Henry nel dopo partita della finale persa proprio contro ai blaugrana ad esprimere dei legittimi dubbi sul trattamento arbitrale nei confronti dei Catalani.
Detto ciò non voglio sminuire i meriti degli uomini di Guardiola che si sono dimostrati la miglior squadra dell'anno e, a mio avviso, la migliore degli ultimi 15 anni a livello Mondiale.
Voglio solo evidenziare che la qualificazione del Barcellona non è cosi pulita e se da amante del bel calcio mi fa piacere vedere i catalani in finale, dal punto di vista umano mi rammarica pensare a gente del calibro di Terry, Lampard e Drogba che non potrà prendersi una rivincita contro il Manchester che lo scorso anno vinse ai rigori una finale meravigliosa in cui forse i Blues avrebbero meritato di alzare la Coppa.
Resta il dato statistico che dopo quel Milan-Manchester 3-0 del 2007 finalmente un'altra squadra inglese viene eliminata dalla Champions League da una squadra estera.
Infatti lo scorso anno l'Arsenal era stato eliminato dal Liverpool nei quarti, che a sua volta era stato eliminato dal Chelsea in semifinale. Ed in questa stagione il Liverpool è stato eliminato nei quarti dal Chelsea e l'Arsenal in semifinale dal Manchester United.
Ora non resta che attendere il 27 maggio per godersi a Roma la finale più bella possibile, il meglio che il calcio mondiale possa offrire attualmente. Messi contro Cristiano Ronaldo in un colpo solo per decretare i campioni d'Europa e il prossimo Pallone d'Oro con un ipotetico passaggio di consegne tra il campione in carica e quello in pectore.
Allo stato attuale delle cose Guardiola arriva peggio a questa finale non potendo contare su Dani Alves e Marquez, cioè metà della difesa titolare, mentre Ferguson dovrà fare a meno sicuramente di Fletcher.
"El timbaler" ieri sera nel post partita ha già messo le mani avanti dicendo che a Roma i Red Devils saranno i favoriti, ma che loro faranno di tutto per vincere.
La partita sarà bellissima e gli spunti non mancheranno, ma io resto dell'idea che questa Coppa andrà al Barcellona anche perchè la mentalità calcistica anglosassone non è molto avvezza alle marcature a uomo e si potrebbe rivelare un errore di non poco conto lasciare Messi libero di giocare a destra.
Hiddink ha saputo arginarlo predisponendo marcature arcigne e raddoppi immediati, ma Ferguson ha già dimostrato 2 anni fa di non preferire tali "aggiustamenti" e in quell'occasione Kakà fece il Diavolo a 4 mandando a casa lo United con 3 gol tra andata e ritorno.
Fino al 27 maggio potremo fare tantissime supposizioni, poi finalmente il calcio d'inizio farà si che a parlare sia il campo e sapremo chi saranno i Campioni d'Europa.



6 commenti:

  1. sei meglio di bartoletti....by angelo

    RispondiElimina
  2. il mio commento http://footballart.iobloggo.com/1329042/barca-in-finale-meritatamente

    sul resto dico che il gol "regolare" di shevchenko te lo devi essere sognato tu e che non più di 4 giorni fa tutti stavano a elogiare Guardiola per la mossa di mettere Messi centrale togliendo riferimenti al Real Madrid...

    RispondiElimina
  3. Caro Jean Lafitte (o dovrei chiamarti Kubala???)il gol di Shevchenko contro il Barcellona era regolare, mentre per quanto riguarda Messi non mi interessa quello che dicono i giornali.
    La partita contro il Real è una cosa, quella contro il Chelsea è radicalmente opposta.

    RispondiElimina
  4. chiamami come vuoi. purtroppo a volte mi tocca usare per forza l'account di google...

    sul gol di Shevchenko che comunque non era regolare perché l'arbitro ha fischiato prima.
    se c'era o meno fallo poi dalle immagini televisive che sono state distribuite è difficile dire visto che la telecamera sposta l'inquadratura sulla coppia Puyol-Shevchenko solo quando Puyol sta già cadendo, come fai a dire che prima non c'era fallo? eri allo stadio?

    RispondiElimina
  5. No non ero allo stadio, in quel preciso istante ero ad Oxford nell'Antiquity Hall Pub a vedere la partita con amici del luogo.

    Ciò non toglie che nemmeno tu eri allo stadio e non potevi avere la certezza della regolarità o meno del gol.
    Diciamo che però dalle tue parole traspare un chiaro "barcelonismo" e quindi capisco che tu reputi irregolare quel gol.
    I tifosi purtroppo sono cosi.....

    RispondiElimina
  6. Ahhh dimenticavo....su questo blog, a differenza che sul blog di Kubala (non facciamo il nome perchè la pubblicità si deve meritare) i commenti possono essere postati da chiunque e non vengono cancellati nemmeno se ampiamente negativi.
    C'era un commento che diceva che il suddetto non capisce un cazzo di calcio....ora non c'è più.
    Che forse alcuni abbiano paura di un confronto???
    Sia ben chiaro il commento non è mio, poichè io non lascio dei commenti del genere, ma lo condivido in pieno perchè sto capendo pian piano che tutto sommato è la pura realtà.
    Barcellona in finale MERITATAMENTE, ma commento cancellato IMMERITATAMENTE.
    O forse la verità fa male???

    RispondiElimina